D.P.M.

Registrati al nostro Feed

RSS - Notizie e normativa  sicurezza sul lavoro e medicina sul lavoro RSS - Notizie e normativa sicurezza sul lavoro e medicina sul lavoro

Cerca nel sito

seguici su Linkedin

news

Tutte le News

Mancata visita medica? ne risponde il Responsabile della sicurezza, non il datore di lavoro

Con la sentenza n. 33521/12 del 31 agosto 2012 la Cassazione ribadisce (Cass., n. 27738/2011) che, qualora sia presente in Azienda il responsabile della sicurezza, sarà lui a doversi attivare per il rispetto delle norme antinfortunistiche e quindi anche per l'esecuzione delle visite mediche da parte del Medico Competente.

Nello specifico caso il Tribunale di Ascoli Piceno aveva condannato a 3 mesi di arresto un datore di lavoro che non aveva fatto sottoporre 2 lavoratori alla prescritta visita medica di accertamento di idoneità al lavoro in turni notturni.

La condanna  penale viene confermata anche in Corte d’appello, quindi il Datore di Lavoro presenta ricorso per cassazione.
In azienda vi era un responsabile della sicurezza. La Suprema Corte accoglie il ricorso del datore di lavoro annullando la sentenza impugnata con rinvio ad altra Corte d’appello.

Con tale sentenza gli Ermellini ribadiscono che, «laddove ci sia un responsabile della sicurezza, è quest’ultimo che deve attivarsi per il rispetto delle norme antinfortunistiche.

il datore di lavoro «ha un generale obbligo di vigilare» sul corretto espletamento delle attività che sono state delegate al responsabile.